Select Page

chirurgia maxillo faccialecos’è la chirurgia maxillo facciale?

La chirurgia maxillo facciale comprende diversi interventi che vengono effettuati sul viso e, in particolare, nella zona mascellare e mandibolare, ma che interessa in generale qualsiasi operazione a carico del viso.

In Italia è una specialità piuttosto diffusa e i migliori chirurgi del settore sono proprio i medici italiani che, spesso, vengono chiamati a operare anche all’estero, dove le loro prestazioni sono richiestissime.

Gli interventi di chirurgia maxillo facciale sono sempre piuttosto delicati, vista la particolarità delle zone che vengono interessate dalle operazioni; il chirurgo che opera nel settore maxillo facciale deve avere competenze specifiche in diversi campi, compresa l’odontoiatria e la neurochirurgia.

La chirurgia maxillo facciale, oltre ad avere un campo di applicazione principalmente medico, viene spesso identificata anche con la chirurgia plastica ed estetica: sono, infatti, numerosi gli interventi ricostruttivi o conservativi che vengono effettuati nel campo dell’estetica a carico del viso e, in tutti quei casi, l’intervento di un chirurgo maxillo facciale è indispensabile per avere la certezza di un intervento di successo. Se anche questo specialista non è presente in sala operatoria perché l’intervento non lo richiede, viene comunque consultato dal chirurgo plastico che deve intervenire per avere la massima cognizione di causa in merito al lavoro da svolgere.

La chirurgia maxillo facciale comprende tutti gli interventi che vengono, per esempio, effettuati per risolvere problematiche al cavo orale (lingua, palato, tessuti molli ecc) o per ridurre traumi alle ossa facciali (articolazione temporo-mandibolare, cavità oculari, distrazioni osteogenetiche ecc). E’ una chirurgia particolarmente richiesta ne campo della traumatologia, perché le ossa facciali sono molto fragili e tendono a fratturarsi facilmente dopo traumi causati da incidenti o botte accidentali: sono, infatti, molto spesso gli sportivi a dover ricorrere alla chirurgia maxillo facciale per ridurre fratture a carico di ossa come gli zigomi o, molto più raramente le ossa temporali.

La chirurgia maxillo facciale può essere anche utilizzata per interventi di minore entità quali il rimodellamento delle labbra o degli zigomi.

Gli interventi di chirurgia maxillo facciale, infatti, possono essere effettuati sia in regime di anestesia generale che in anestesia locale.